Archivio mensile maggio 2017

DiDavide Peta
postura

SMARTPHONE e POSTURA una lotta senza pari…

 

I giovani di oggi sono sempre più esposti a quella che possiamo definire “sindrome da smartphone” e non parlo solamente per l’uso smodato che porta i nostri ragazzi (e non solo loro) ad essere sempre disattenti alla vita reale con assuefazione al modo virtuale. Il mio intento è sensibilizzare tutti all’uso corretto del dispositivo per salvaguardare la postura in modo globale. Nell’ambito della mia casistica ho notato un netto aumento, soprattutto nei giovani, di disallineamenti posturali facilmente riconducibili ad una postura errata nell’utilizzo del proprio smartphone.

Nello specifico il distretto maggiormente interessato è il rachide con un anteriorizzazione del capo che porta inevitabilmente ad un compenso del dorso in dietro, evidenziando la così detta “gobba o gibbo”. Da qui il tronco tende a disallinearsi così da costringere il corpo ad un compenso del bacino in avanti.

Andiamo ad analizzare quale sia la postura più adatta da adottare nell’utilizzo del nostro smartphone così da arrecare meno squilibrio possibile al nostro corpo

Dalla figura possiamo notare come cambia il carico posturale a livello del rachide cervicale con il variare della posizione del capo.

Prevenire è sicuramente il miglior modo di prendersi cura di se stessi.

Modificando le proprie abitudini assumendo un corretta postura nell’utilizzo del computer, smartphone e altri dispositivi, aumentando l’attività fisica e quindi rinforzando la struttura addominale, dorsale e lombare tonificando tutto l’apparato muscolo scheletrico, si può ovviare alle svariate problematiche posturali della vita moderna.

L’intento di questo sito è totalmente illustrativo, non offre consigli medici né suggerisce l’utilizzo di tecniche di trattamento per problematiche fisiche, che sono interesse di parere medico. Circa l'utilizzo delle informazioni contenute in questo sito il dott. Davide Peta si solleva da ogni responsabilità.