Fascite plantare, che dolore!!!!

DiDavide Peta
fisioterapia

Fascite plantare, che dolore!!!!

La fascite plantare così come le tensioni del tendine d’Achille e del polpaccio possono arrecare dolori e problematiche nella deambulazione o nell’attività sportiva.

Le motivazioni per le quali si evidenziano dolori in questo distretto possono essere legate a traumi sportivi, atteggiamento posturale o carico posturale errato, calzatura non idonea alla conformazione del piede, problematiche di sovraccarico strutturale o di postura.

Un intervento osteopatico o fisioterapico a riguardo può fornire un’ottima soluzione per lenire i dolori in questo distretto.

Oltre al lavoro dell’operatore o del tecnico il paziente può eseguire i seguenti esercizi per rilassare la zona e quindi effettuare un auto-trattamento.

Utilizzando una pallina da tennis esercitare una lieve compressione e massaggiare:

la pianta del piede

il tallone

 la volta plantare (internamente)

la volta plantare (esternamente)

i metatarsi

le dita (mediali)

le dita (laterali)


Oltre a questi esercizi sarebbe opportuno effettuare anche degli esercizi di “Grasping” cioè provare a prendere con le dita del piede un tovagliolo o un fazzoletto da terra.

Lo Stretching del polpaccio è importante e si può eseguire nei seguenti modi:

a circuito chiuso

 

a circuito aperto

Per concludere deambulare inizialmente sui talloni, successivamente sulla parte esterna del piede, infine sulle punte dei piedi.

Questi esercizi possono essere utilizzati da tutti per ridurre dolori del piede e della fascia plantare, inserendo nel contempo trattamenti osteopatici o fisioterapici il trattamento sarà completo.

L’intento di questo sito è totalmente illustrativo, non offre consigli medici né suggerisce l’utilizzo di tecniche di trattamento per problematiche fisiche, che sono interesse di parere medico. Circa l'utilizzo delle informazioni contenute in questo sito il dott. Davide Peta si solleva da ogni responsabilità.

Commenta